chiesa-anglicana-bagni-di-lucca © bagnidiluccaterme.info

Oggi in questo storico edificio si trova la biblioteca comunale, ma l’edificio fu costruito nel 1840, su autorizzazione di Carlo Lodovico di Borbone, Duca di Lucca, per iniziativa dei coniugi Henry ed Elizabeth Stisted, una coppia d’inglesi che si erano stabiliti ai Bagni di Lucca e di essa si erano invaghiti.

Bagni di Lucca era allora luogo di villeggiatura e di dimora di una numerosa comunità inglese che sentiva l'esigenza di avere un luogo di culto protestante.

La chiesa anglicana, di stile neogotico, ha forma di un palazzo perché Carlo Lodovico non volle che essa avesse l'aspetto di vera e propria chiesa per non urtare la Curia Arcivescovile.

Il progetto e la costruzione furono affidati all’architetto G. Pardini (voce Giuseppe Pardini, su wikipedia).

Dettaglio di una finestra.

Dal 1976 è di proprietà del Comune che l’ha destinata a Sede della Biblioteca Comunale “Adolfo Betti”. Qui è custodito anche un importante fondo librario donato al Comune dall’inglese Jean Greenlees che aveva scelto Bagni di Lucca a sua stabile dimora.

I coniugi Stisted nel 1842 fecero aprire anche il Cimitero Anglicano che si trova sull’altra sponda del torrente Lima lungo la Statale del Brennero.

bagnidiluccaterme.info