chiesa-san-silvestro-vitiana credit: comune di Coreglia Antelminelli

Arrivati sul modesto sagrato della chiesa, che altro non è che la corticella della canonica, ci troviamo di fronte l’armonica facciata della parrocchiale con quel bell’architrave sopra la porta d’ingresso al cui centro si vede il monogramma IHS, racchiuso da una corona di verzura, da cui si dipartono due nastri svolazzanti con, ai due estremi, lo stemma della comunità di Vitiana da una parte e lo stemma della città di Lucca dall’altra: quasi a sancire lo stretto legame che questi luoghi hanno sempre avuto con la città di Lucca.

Sotto, sulle formelle centrali della porta d’ingresso, sono scolpite in bassorilievo le figure di S.Silvestro Papa, sull’anta destra, e, sull’anta sinistra, di un personaggio con un ramo di palma nella mano sinistra. Non si conosce questo personaggio, ma da un documento del 14 marzo 1487, una rinuncia a collazione, si trova la chiesa di Vitiana “dei Santi Silvestro e Sisto”. E’ quindi presumibile che questo ignoto personaggio, raffigurato sull’anta sinistra, sia S.Sisto.

L’interno della chiesa, attualmente a tre navate, è oggi ben tenuto; vi sono tre altari, l’altare di destra entrando è dedicato al S.S. Sacramento, l’altare di sinistra è dedicato alla Madonna del Rosario; sopra la porta d’ingresso l’organo costruito negli anni 1797-1798; bella l’acquasantiera di marmo bianco che porta la data del 1708 e quella in pietra che porta la data del 1756.

Degli arredi interni della chiesa, tranne che per quanto riguarda l’organo, poco sappiano, visto che dei libri dell’Opera pochi sono quelli che si sono salvati. La bella statua lignea in grandezza naturale, posta a fianco dell’altare maggiore, proveniente dalla vecchia chiesa di S.Pantaleone, raffigura sicuramente il santo. L’altare di marmo fu rifatto nel periodo che intercorse fra il 1°Luglio 1846 e tutto il Giugno 1847.


Informazioni utili


Sponsor